Build di progetto

Domotica per principianti: porta da garage intelligente fai-da-te 2

L’altra cosa che vogliamo fare con il nostro garage intelligente è monitorare lo stato di apertura / chiusura della porta. Lo faremo con qualcosa chiamato interruttore reed. All’interno di un interruttore reed c’è un filo molto piccolo che può essere tirato con un magnete per completare il circuito all’interno. Gli interruttori reed sono disponibili in due varietà, chiamati normalmente aperti o NO e normalmente chiusi o NC. Un interruttore normalmente aperto collega i suoi due terminali insieme solo quando un magnete è vicino e un interruttore normalmente chiuso non collega i suoi due terminali insieme quando un magnete è vicino.

Per la nostra applicazione monteremo l’interruttore reed in una posizione fissa vicino all’apriporta del garage e monteremo il magnete sulla catena della porta del garage, in modo che attivi il nostro interruttore reed quando il garage è aperto e non quando il garage è chiuso.

Per collegare l’interruttore a lamella al guscio, basta collegare un filo al terminale SW e uno al terminale L, che è dove abbiamo inserito il filo negativo dall’alimentatore. Quindi, per poter monitorare lo stato dello switch nell’app Shelly, dobbiamo modificare due impostazioni. Il primo è in impostazioni -> tipo di pulsante, dove imposteremo il tipo su scollegato. Ciò significa che la modifica dello stato dell’interruttore non causerà il cambio di stato del relè, il che sarebbe davvero negativo poiché causerebbe la chiusura immediata della porta del garage ogni volta che viene aperta.

In secondo luogo, nelle impostazioni dell’applicazione fare clic su stato d’ingresso e selezionare la casella che dice “aggiungi identificatore di stato d’ingresso al pulsante di accensione”. Ora, quando il magnete è vicino all’interruttore a lamella, come sarebbe quando il garage è aperto, l’app Shelly ha una bella icona blu nella parte superiore del pulsante di accensione e quando il garage si chiude, l’interruttore a lamella non è più completa il circuito e il pulsante di accensione sull’app Shelly perde la sua colorazione blu.

Ora che tutto funziona in teoria, è il momento d’installarlo e testarlo. Per sicurezza, è una buona idea scollegare la porta del garage dall’alimentazione di rete mentre ci lavori. Innanzitutto, collega alcuni piccoli tratti di filo tra il terminale “I” del guscio e il primo terminale a vite per l’interruttore di apertura della porta del tuo garage, quindi collega l’altro terminale dell’apri porta del garage al terminale O sul guscio.

Quindi, installa il lato cablato dell’interruttore a lamella in una posizione fissa sul binario della porta del garage, quindi collega il magnete a un collegamento inutilizzato sulla catena della porta del garage. Vuoi che questo magnete si trovi proprio accanto al tuo interruttore a lamella quando la porta del garage è aperta, in modo che quando la chiudi il circuito si interrompa e sarai in grado di vedere quel feedback nell’app Shelly. Dopo aver collegato tutti i cavi, collega sia l’apri porta del garage che l’adattatore da 12 volt.

Se tutto va bene dovresti essere in grado di vedere lo stato della porta del garage come indicato dalla colorazione blu del pulsante di accensione sull’app Shelly e dovresti essere in grado di attivare la porta del garage per aprirsi e chiudersi usando il pulsante di accensione, che fa scattare il relè per uno secondo, quindi si spegne.

L’app Shelly ora ti consente di controllare e monitorare la porta del tuo garage da qualsiasi parte del mondo in cui hai Internet. Lo fa collegandosi a un computer server chiamato “shelly cloud”. Normalmente i dispositivi esterni alla rete domestica, come un telefono cellulare su una connessione cellulare, non possono comunicare con i dispositivi nella rete. Quindi, invece, entrambi i dispositivi parlano a un server remoto invece di parlare direttamente tra loro.

Se vuoi liberarti dal cloud, hai bisogno di un dispositivo chiamato hub nella tua casa che funga da intermediario tra tutti i tuoi dispositivi intelligenti e il mondo esterno. In alcuni casi il tuo hub utilizza un proprio cloud per passare i tuoi comandi su Internet, mentre altri hub richiedono di configurare il firewall per consentire al traffico Internet di raggiungere il tuo hub.

Un altro enorme vantaggio di un hub è la capacità di far funzionare insieme tutti i tuoi dispositivi intelligenti. Personalmente uso l’assistente domestico, ma hubitat e smartthings sono anche soluzioni popolari a seconda del tuo desiderio di armeggiare. La parte migliore dello shelly, e il motivo per cui l’ho suggerito per questo progetto, è che indipendentemente dalla direzione in cui decidi di andare dopo, lo shelly può adattarsi a tutti i tuoi piani supportando smartthings, MQTT e CoAP direttamente dal scatola. Come sempre, se hai bisogno di aiuto con questo progetto, o uno qualsiasi dei miei progetti lascia un commento o, meglio ancora, vieni a visitare il gruppo hook up home automation su Facebook per ottenere aiuto non solo da me, ma da migliaia di altri automatizzatori che l’hanno visto tutti.

Breve video questa settimana da quando lavoro al progetto di ristrutturazione del mio patio. La fase uno è completa e la fase due è su una barca in due casse molto grandi in viaggio verso di me dalla Cina, rimanete sintonizzati per almeno un video su quel progetto. Grazie ai miei fantastici clienti di patreon per il vostro continuo supporto al mio canale, se siete interessati a supportare il mio canale, controllate i link nella descrizione. Se ti è piaciuto questo video, premi il pulsante del pollice in su e considera la possibilità d’iscriverti e, come sempre, grazie per aver guardato il collegamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image