Recensioni di prodotti

Sette FAIL comuni delle strisce LED e come evitarli 2

Per evitare che il notoriamente terribile adesivo per strisce LED si guasti e faccia sembrare il tuo progetto un pasticcio cadente, ti consiglio vivamente di utilizzare le clip di montaggio. Per poco più di 10 centesimi ciascuna, queste cose faranno un lavoro infinitamente migliore tenendo le strisce in posizione rispetto all’adesivo standard, e non avrai nemmeno bisogno di usarne molte. Basta posizionarli negli angoli e ovunque la striscia non sia completamente piatta su una superficie, questo rafforzerà il nastro adesivo sul retro della striscia e ti darà un’installazione senza cadute di lunga durata.

Il terzo problema comune richiederà un po ‘di controllo della realtà da parte tua: chiediti quanto spesso realisticamente vorrai che la tua striscia led sia di un colore diverso dal bianco. La maggior parte delle strisce LED sono “RGB”, il che significa che contengono tre diversi LED: rosso, verde e blu. Se vuoi fare il rosa, accendi il rosso e il blu, se vuoi fare il giallo, il rosso e il verde, e per fare il bianco, il rosso, il verde e il blu … Ma non sembra davvero bianco almeno non il bianco puro a cui siamo abituati, e finisce per sembrare un po ‘viola e grossolano. Per evitare ciò, puoi acquistare tutte le strisce bianche o strisce RGBW che hanno un canale bianco dedicato.

Ma tieni presente che non tutte le strisce RGBW sono uguali, alcune strisce hanno tutti e quattro i colori su un singolo chip, mentre altre hanno un chip bianco dedicato e quindi un chip RGB separato. Per installazioni in cui i LED sono visibili dovresti assolutamente scegliere il chip quattro in uno perché altrimenti non sarai mai in grado di girare mix il canale bianco con un canale colore ma in situazioni d’illuminazione indiretta dovresti usare il chip bianco separato che sarà più luminoso e hanno una migliore dissipazione del calore. Per le aree in cui il colore non è necessario, dovresti optare per tutte le strisce bianche o se vuoi ottenere strisce bianche sintonizzatili davvero fantasiose possono essere utilizzate che consentono un’ampia personalizzazione della temperatura del colore del canale bianco.

Il quarto problema ha a che fare con la lunghezza della striscia LED e la luminosità che desideri ottenere. Se stai pianificando un breve periodo o manterrai la luminosità bassa, puoi farla franca con quasi tutti i voltaggi, ma per lunghe tirature e alta luminosità ti consigliamo di scegliere una striscia che utilizzi un voltaggio più alto. A seconda del tipo di striscia LED, in genere vedrai tensioni comprese tra 5 e 24 e tensioni più elevate si tradurranno in colori più accurati in tutta la striscia e meno differenze di luminosità man mano che ti allontani dall’alimentatore.

Poiché generalmente non trovi strisce LED e alimentatori venduti insieme, dovrai assicurarti di ottenere l’alimentatore giusto per la tua striscia o le strisce che desideri utilizzare. Per fortuna, non hai bisogno di una laurea in ingegneria elettrica per scegliere l’alimentatore giusto. Non importa quante strisce metti insieme, la tensione non cambia mai, ma la potenza e l’amperaggio si sommano. Ciò significa che se avessi intenzione di utilizzare tre strisce LED da 24 volt, 5 amp e 120 watt collegate a margherita, dovresti acquistare un alimentatore da 24 volt valutato per almeno 15 ampere e 360 ​​watt … Non è mai una brutta cosa andare quando si tratta di amplificatori e watt, ma la tensione deve corrispondere esattamente.

Insieme al consumo di energia arriva il quinto problema comune che vedo: la densità dei LED. In generale, maggiore è la densità del LED, più costosa sarà la striscia, ma una maggiore densità darà anche una migliore precisione del colore, diffusione e luminosità. Se riuscirai a vedere la striscia, anche attraverso un diffusore, aumentando la densità migliorerà notevolmente l’aspetto della striscia. La densità più bassa disponibile è generalmente di 30 LED per metro, e possono arrivare fino a 144 LED per metro, o anche di più come questa striscia LED bianca folle dall’illuminazione BTF che non ha singoli LED visibili, solo un lungo nastro continuo di minuscoli LED bianchi che sono distinguibili solo a luminosità molto bassa.

Allora perché sceglieresti qualcosa di diverso dalla densità più alta? Bene, insieme alla densità arriva il consumo di energia, e insieme al consumo di energia arriva il calore e il calore è il killer numero uno dei LED. Più diventano caldi, minore sarà la loro durata di vita e anche la loro luminosità diminuirà nel tempo. I canali in alluminio discussi in precedenza fanno un ottimo lavoro dissipando il calore dalla tua striscia LED, ma a volte montare le tue strisce su metallo non è un’opzione, e in quei casi devi pensare consapevolmente a come la tua striscia LED si sbarazzerà di calore.

Nel caso di un canale in alluminio il calore verrà trasferito attraverso la parte posteriore della striscia nel grande involucro di metallo, ma se monti la tua striscia su legno, che è notoriamente cattivo nel trasferire il calore, dovrai pianificare un flusso d’aria adeguato nella parte superiore dei tuoi LED, e questo mi porta al punto successivo: l’impermeabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter Captcha Here : *

Reload Image